A fronte del pagamento di una fee annuale per ogni pagina segnalata (e, per il SiteMatch di Yahoo! Search Marketing, di una fee fissa per ogni click da questa generato), consentono di avere la pagina inserita in tempi ristretti nell'indice del motore, pagina che ogni paio di giorni viene rivisitata dal crawler alla ricerca di contenuti aggiornati.

L'inclusione a pagamento non garantisce di comparire nelle primissime posizioni tra i risultati di ricerca, come molti sono erroneamente portati a credere.
Per siti con un numero di pagine superiore al migliaio si ricorre a sistemi d'inclusione a pagamento basate su XML.